:::: MENU ::::

Blog

  • mag 22 / 2015
  • 0
News

Non solo Campiello per promuovere la Letteratura in Veneto

La rete delle biblioteche in Veneto, circa 1.000, rappresenta una grande risorsa, non solo per il patrimonio librario, ma anche per i professionisti che vi lavorano all’interno, spesso con grande passione.
Ogni anno dovrà essere progettata una specifica campagna a tema, con l’organizzazione di centinaia di eventi correlati in tutto il territorio con l’obiettivo di avvicinare al libro i non-lettori e i lettori deboli: la maggioranza della popolazione. Far crescere il capitale culturale complessivo del Veneto non solo significa mettere in moto un grande processo di democratizzazione nell’accesso al bene cultura, ma anche gettare le basi di una società più innovativa e pluralista.

  • mag 16 / 2015
  • 0
yu8
News

Regione Veneto: è l’ora della cultura

Cari Amici, grazie per la vostra presenza al Castello di San Pelagio. Eravate veramente tanti. Ringrazio anche tutti coloro che, pur non potendo esserci, mi hanno manifestato la loro vicinanza nel sostenere il mio progetto politico-culturale. Se Alessandra Moretti, come noi tutti ci auguriamo, dovesse vincere avrò modo, grazie al vostro aiuto, di occuparmi in modo più stringente delle politiche culturali della nostra Regione.

  • mag 01 / 2015
  • 0
News

Veneto Civico – Moretti Presidente

Cari Amici, ho deciso di candidarmi per il Consiglio Regionale. Il mio obiettivo è chiaro: occuparmi delle politiche culturali del Veneto, restituendo alla cultura la centralità che si merita.
Da anni sono convinto che le politiche culturali della nostra Regione possono rappresentare un grande vettore per la crescita non solo del capitale culturale complessivo del nostro territorio, ma anche del suo indotto economico: il turismo culturale, le nuove imprese giovanili, i grandi eventi, la valorizzazione dei beni culturali e del sistema museale. Il nostro Veneto va interpretato però diversamente, sapendo cogliere con delle adeguate politiche istituzionali il grande mutamento e la crescita della domanda culturale che hanno contrassegnato l’identità della società locale in questi ultimi anni. A mio parere le politiche culturali vanno portate al centro di una Regione che vuole tutelare la sua identità culturale più profonda e che al tempo stesso è in grado di dialogare con le più prestigiose istituzioni culturali internazionali.
Le politiche culturali e di promozione turistica sono sempre state considerate residuali, marginali. Eppure la nostra Regione ha delle potenzialità enormi che a mio avviso devono essere meglio sfruttate. Finora, con investimenti scarsissimi che vedono il Veneto fanalino di coda tra le regioni italiane per entità della spesa erogata in cultura, si è proceduto con una logica meramente distributiva, in assenza di un’idea forte di cultura. Tutto ciò a dispetto del grande patrimonio culturale di cui il Veneto è depositario: città d’arte, sistemi museali territoriali, archivi e biblioteche, Ville Venete, Castelli, strade romane, parchi e aree naturalistiche.
Ho deciso pertanto di sostenere Alessandra Moretti candidandomi nella Lista “Veneto Civico – Moretti Presidente”.

  • mag 24 / 2014
  • 0
Articoli

Cinema Altino e Concordi

L’Altino, un vero e proprio capolavoro architettonico di Quirino de Giorgi, va restituito alla Città impedendone l’ulteriore degrado. Con i suoi circa 800 posti può ambire a trasformarsi in Casa della Musica, valorizzando via Altinate e l’intero centro storico. Un intervento che dovrà poggiare su capitali privati.

A 70 metri dal Battistero del Duomo e dal ciclo affrescato di Giusto de’ Menabuoi è inimmaginabile di poter continuare a vedere il Cinema Concordi deperire di anno in anno. D’intesa con la proprietà e la Sovrintendenza va definito un progetto di recupero che metta assieme funzioni residenziali e uno spazio per attività musicali e teatrali: la Casa del Jazz.

  • mag 24 / 2014
  • 0
Articoli

Giotto e la Civitas picta carrarese: Patrimonio Unesco

Padova, nella sua interezza, dovrà diventare sito UNESCO: la Civitas Picta. La nostra Città può vantare il primato mondiale del maggior numero di metri lineari di affreschi: da Giotto a Giusto de’ Menabuoi, da Guariento ad Altichiero. La capitale artistica del XIV secolo.

  • mag 24 / 2014
  • 0
Articoli

L’ex Foro Boario di Corso Australia: una cattedrale della Cultura

L’area di corso Australia, l’ex Macello, su cui insiste il Palageox va riqualificata a partire dal restauro funzionale della Cattedrale di Davanzo. Il teatro tenda andrà sostituito con una struttura moderna in vetrocemento atta ad accogliere un Auditorium pop. Tutta l’area dovrà essere destinata ad attività culturale per il mondo giovanile e la creatività artistica.

  • mag 24 / 2014
  • 0
Articoli

La salvaguardia della Cappella degli Scrovegni

Una volte per tutte va affrontato il nodo della tutela della Cappella degli Scrovegni a partire dalla sua Cripta, dove oggi scorre ancora l’acqua della falda. Si dovrà procedere con studi e confronti tra studiosi ed esperti internazionali per definire le più rigorose metodologie di intervento necessarie per la messa in sicurezza di questo nostro capolavoro.

  • mag 24 / 2014
  • 0
Articoli

Il Castello Carrarese

Il Castello Carrarese, finalmente restituito alla Città, va trasformato in un grande spazio per il design e l’arte contemporanea. Un luogo dove far interagire i gruppi e le associazioni che tutelano il patrimonio culturale, i giovani artisti e i creativi con le imprese del Nordest che promuovono nel mondo il Made in Italy.

  • mag 24 / 2014
  • 0
Articoli

La politica delle grandi mostre

Nel 2013 342.000 persone hanno visitato le tre grandi mostre padovane: Venetkens, Bembo e De Nittis. Tale politica va sostenuta e rafforzata dal lato del coordinamento e del reperimento delle risorse. La tassa di soggiorno, pari a circa 2 euro all’anno, va reinvestita in grandi eventi per promuovere in città il turismo culturale.

  • mag 24 / 2014
  • 0
Articoli

Padova è le sue mura: una mostra lungo 500 anni di storia

Andrea Colasio, Assessore alla Cultura del Comune di Padova, ci racconta il patrimonio storico e artistico che rappresentano le mura della città. In occasione dei 500 anni dalla costruzione, una mostra ripercorre la storia della cinta muraria: “Padova è le sue mura”.

Pagine:12