:::: MENU ::::

Blog

  • mag 24 / 2014
  • 0
Articoli

Cinema Altino e Concordi

L’Altino, un vero e proprio capolavoro architettonico di Quirino de Giorgi, va restituito alla Città impedendone l’ulteriore degrado. Con i suoi circa 800 posti può ambire a trasformarsi in Casa della Musica, valorizzando via Altinate e l’intero centro storico. Un intervento che dovrà poggiare su capitali privati.

A 70 metri dal Battistero del Duomo e dal ciclo affrescato di Giusto de’ Menabuoi è inimmaginabile di poter continuare a vedere il Cinema Concordi deperire di anno in anno. D’intesa con la proprietà e la Sovrintendenza va definito un progetto di recupero che metta assieme funzioni residenziali e uno spazio per attività musicali e teatrali: la Casa del Jazz.

  • mag 24 / 2014
  • 0
Articoli

Giotto e la Civitas picta carrarese: Patrimonio Unesco

Padova, nella sua interezza, dovrà diventare sito UNESCO: la Civitas Picta. La nostra Città può vantare il primato mondiale del maggior numero di metri lineari di affreschi: da Giotto a Giusto de’ Menabuoi, da Guariento ad Altichiero. La capitale artistica del XIV secolo.

  • mag 24 / 2014
  • 0
Articoli

L’ex Foro Boario di Corso Australia: una cattedrale della Cultura

L’area di corso Australia, l’ex Macello, su cui insiste il Palageox va riqualificata a partire dal restauro funzionale della Cattedrale di Davanzo. Il teatro tenda andrà sostituito con una struttura moderna in vetrocemento atta ad accogliere un Auditorium pop. Tutta l’area dovrà essere destinata ad attività culturale per il mondo giovanile e la creatività artistica.

  • mag 24 / 2014
  • 0
Articoli

La salvaguardia della Cappella degli Scrovegni

Una volte per tutte va affrontato il nodo della tutela della Cappella degli Scrovegni a partire dalla sua Cripta, dove oggi scorre ancora l’acqua della falda. Si dovrà procedere con studi e confronti tra studiosi ed esperti internazionali per definire le più rigorose metodologie di intervento necessarie per la messa in sicurezza di questo nostro capolavoro.

  • mag 24 / 2014
  • 0
Articoli

Il Castello Carrarese

Il Castello Carrarese, finalmente restituito alla Città, va trasformato in un grande spazio per il design e l’arte contemporanea. Un luogo dove far interagire i gruppi e le associazioni che tutelano il patrimonio culturale, i giovani artisti e i creativi con le imprese del Nordest che promuovono nel mondo il Made in Italy.

  • mag 24 / 2014
  • 0
Articoli

La politica delle grandi mostre

Nel 2013 342.000 persone hanno visitato le tre grandi mostre padovane: Venetkens, Bembo e De Nittis. Tale politica va sostenuta e rafforzata dal lato del coordinamento e del reperimento delle risorse. La tassa di soggiorno, pari a circa 2 euro all’anno, va reinvestita in grandi eventi per promuovere in città il turismo culturale.

  • mag 24 / 2014
  • 0
Articoli

Padova è le sue mura: una mostra lungo 500 anni di storia

Andrea Colasio, Assessore alla Cultura del Comune di Padova, ci racconta il patrimonio storico e artistico che rappresentano le mura della città. In occasione dei 500 anni dalla costruzione, una mostra ripercorre la storia della cinta muraria: “Padova è le sue mura”.

  • mag 24 / 2014
  • 0
Articoli

Padova, patrimonio dell’umanità

Nel ’400 Padova è una capitale europea: Giotto realizza la Cappella degli Scrovegni, Buzzacarini trasforma il Battistero del Duomo nel grande mausoleo della famiglia Carrarese, Palazzo della Ragione viene affrescato da un grandioso ciclo di affreschi astrologico basato sugli studi di Pietro d’Abano.

  • apr 29 / 2014
  • 0
News

STRATEGIE PER IL TURISMO PATAVINO

“Il grande problema di Padova è trasformare il turismo religioso e renderlo stanziale. Noi abbiamo questa grande fortuna che è il Santo e la sua Basilica. Sono milioni i turisti che transitano a Padova. Il problema è che bisogna collegare alla Basilica l’idea di Padova come città del sacro. Abbiamo un itinerario del sacro che è legato ai grandi pittori” queste le parole di Andrea Colasio, assessore alla Cultura del Comune di Padova, chiamato a commentare l’afflusso di pellegrini degli ultimi giorni nella città del Santo.

Pagine:12